mercoledì 1 luglio 2009

Il progetto in pillole

Mi rendo conto di non aver ancora spiegato nulla del progetto.

La testata si chiama ZETO, che altro non è che il nome del protagonista (Zeto di nome e Matteo di cognome) delle storie raccontate... almeno di quasi tutte: un clown di strada con l'hobby della chitarra, tanto da aver messo su un gruppo musicale con due amici (basso e batteria).
Le storie hanno sfondo "quotidiano", raccontano, cioè, le vicende della vita che tutti conosciamo, ma che tutti abbiamo anche imparato ad accantonare per non tediare ogni minuto della nostra giornata... non è una critica, badate bene; è una constatazione.

Accanto al protagonista, troveranno posto personaggi di contorno (come i vicini di casa, un prete, un trans...), ma ci saranno anche storie i cui personaggi nulla hanno a che vedere con Zeto.

La prima storia, per esempio, parla di campi di concentramento.

Non voglio anticipare nulla delle prossime uscite e chiudo con un'esortazione: andate a leggerle on line all'indirizzo http://www.printamente.it, basta cliccare su "entra", scritta collocata sotto Zeto in basso a sinistra! (a proposito: bello il logo, vero?!)

strillo

Nessun commento:

Posta un commento

scrivi di seguito il tuo commento, anche come anonimo se preferisci