mercoledì 31 marzo 2010

Anteprima Zeto n° 9

La data si avvicina e non resisto alla tentazione di cominciare a postare qualcosa in merito al prossimo numero 9 di Zeto… esatto, avete proprio indovinato: c'è una mia storia!

È una storia cui tengo molto perché è ragionata in ogni sua tavola, in ogni sua trama e nella conclusione; commovente, toccante e anche - in minima parte - sorprendente.

Mi sono mosso seguendo minuziosamente ogni consiglio di MANf (al secolo Manfredi Toraldo, mio professore di sceneggiatura) e credo di esserci riuscito visto che mi ha fatto i complimenti quando - circa tre settimane fa - gli ho portato una prova di stampa (per la precisione su foglio A4 di carta riciclata - stampa fatta in ufficio).

"… per nulla banale" è il complimento che più mi è piaciuto; come a dire - e lo ha fatto spiegandomi ulteriori sue sensazioni - che la storia è semplice e l'ho gestita bene, senza inciampare nella mediocrità: scusate, ma non è poco e mi sono sentito al settimo cielo!

Se queste sensazioni saranno anche quelle dei lettori allora vuol dire che tutto il lavoro fatto fino a oggi ha un senso, vuol dire che ho intrapreso la strada giusta.

I disegni sono di Gianluca Serratore che, come già ho avuto modo di dire, è il papà di Zeto, colui che ha inviato a tutti gli altri artisti del gruppo AlfaBetaZeto gli schizzi del protagonista, del suo alloggio, degli amici, oltre a fornire alcune indicazioni per tracciarne la personalità.

Gianluca è anche l'autore della copertina, come di tutte le altre, fatta eccezione per quella del numero 3, la mia prima uscita - ringrazio ancora Carita per quella splendida realizzazione: ne ho stampata una copia su A3, l'ho fatta incorniciare e l'ho appesa in camera!

Non è un problema inserire in questo post la copertina, visto che è già presente sul sito.

Come promesso, appena il numero verrà pubblicato on-line inserirò altri post inerenti questo numero per rendervi partecipi della realizzazione del lavoro passo dopo passo.
Non sarà palloso ed estenuante, ve lo garantisco; anzi, sono sicuro che tanti rimarranno stupiti perché vedranno quanto lavoro c'è dietro e quanta dedizione c'è... anche per i dettagli.

strillo


Nessun commento:

Posta un commento

scrivi di seguito il tuo commento, anche come anonimo se preferisci