martedì 26 aprile 2011

La tristezza per esaltarsi!



In questi giorni mi è capitato più volte di essere disperato e pieno di rinnovato entusiasmo insieme. Capisco l’interdizione del lettore, ma passo immediatamente alle spiegazioni.

Sono oramai prossimo alla conclusione del secondo volume (di cinque) di Promethea, la già citata graphic novel scritta da Alan Moore; ebbene, mi rendo conto di essere di fronte a un capolavoro – per altro imperdibile per chi ama il bel e buon fumetto: acquistatelo finché si trovano le copie in giro! – che difficilmente può essere imitato.

Lo sconforto nasce dalla consapevolezza di non essere all’altezza dell’emulazione, nemmeno in una sola delle tavole che compongono l’opera!

L’entusiasmo, però, è sempre lo stesso: quello di un bambino che desidera raggiungere un obiettivo, dare forma ai suoi sogni… e io non intendo smettere di sognare.

Nuovo proposito: vorrei ideare un filone narrativo del tutto simile a questo, o del tutto simile al Signore degli anelli, o altre saghe fantasy o altro genere ancora, vorrei... vorrei, molto più semplicemente, riuscire a dar forma a ciò in cui credo e ho creduto in questi ultimi 4 anni!

La strada è ancora lunga, anzi interminabile; ma non la vedo costellata dei pericoli della giungla, perché lungo il sentiero che ho intrapreso ho incontrato persone in grado di sostenermi e aiutarmi nelle scelte: il mitico MANf, Luca, tanti amici (così sono sicuro di non dimenticarne) e lei, la signora H.!

Certo non arriverò alla perfezione di questa meraviglia targata Moore, ma i primi passi si devono pur muovere e, tutto sommato, mi sembra di averli fatti; la meta è lontana, ma perfettamente inquadrata nell’obiettivo!

strillo

A proposito; ho pensato di rifare il trucco al blog inserendo altri colori (un pochino più solari) e uno sfondo che ricorda tanto la mia libreria: piena di libri e fumetti!

Nessun commento:

Posta un commento

scrivi di seguito il tuo commento, anche come anonimo se preferisci