lunedì 13 febbraio 2012

Sotto i fiori di lillà: Dietro la vignetta: il fumetto come non l'avete ma...

Un consiglio di letture ai miei lettori; si tratta di un articolo scritto a quattro mani dal sottoscritto e Gianluca Serratore, il papà artistico di Zeto.

L'amica Carolina mi ha chiesto a fine scorso anno un articolo sul fumetto e io, come un bimbo davanti al giocattolo nuovo, mi ci sono tuffato con tuttto il cuore e le poche conoscenza che ho in materia di nuvole parlanti.

Non perché è una mia creatura, ma credo sia venuto fuori un bell'articolo, di lettura godibile al profano come all'appassionato di nona arte.

Leggete e commentate (da Carolina, mi raccomando).

strillo

Sotto i fiori di lillà: Dietro la vignetta: il fumetto come non l'avete ma...: Mi sono chiesto più volte ...

2 commenti:

  1. Ho letto l'articolo e l'ho trovato godibilissimo: parte teorica (ma scorrevole), impressioni di prima mano date dall'intervista e conclusione personale... ma che bella la frase di Eco!
    Il fumetto è spesso sottovalutato, e invece per essere fumettisti bisogna essere artisti completi: costruire una bella storia, rendere i dialoghi verosimili, pensare alla regia e fare i disegni!
    Grazie per l'articolo, davvero istruttivo!

    RispondiElimina
  2. Grazie Vele, sei molto gentile.
    Spero di trovare l'ispirazione per scriverne almeno un altro... sempre col bene placido di Carolina :)
    strillo

    RispondiElimina

scrivi di seguito il tuo commento, anche come anonimo se preferisci